085 99 43 555 info@one-cloud.it
Nuove tecnologie per le stampe in 3D e 4D degli oggetti stampati

Nuove tecnologie per le stampe in 3D e 4D degli oggetti stampati

Da una delle novità più interessanti del nuovo millennio come la stampa 3D e il recente progetto sui monumenti parlanti, nuove tecnologie si apprestano a fare il loro esordio in merito. Si tratta della nuova tecnologia 4D e di una quarta dimensione come il tempo che interverrà rispetto alla definizione della struttura dei prodotti stampati con tale modalità.

L’idea nasce dai ricercatori del Politecnico Federale di Zurigo che hanno dato il via a prime stampe 4D, che prevedono una iniziale compressione degli oggetti stampati per un più facile trasporto, seguiti da successive sollecitazioni esterne per riprendere la nuova forma in 4D.

La nuova tecnologia 4D potrebbe trovare collocazione in molti importanti settori come l’aerospazio, la medicina o l’edilizia, ma non se ne esclude un futuro utilizzo anche tra i privati con i moderni apparecchi wireless di casa.

Come potrebbe funzionare? Il punto di partenza è comunque una proiezione del modello in formato tridimensionale, sollecitato in seguito dal calore e poi dal cambiamento della forma. Rispetto al materiale da utilizzare, invece, i ricercatori sono al lavoro per cercare qualcosa di alternativo all’attuale polimero utilizzato già con successo per la stampa 3D. L’obiettivo è di individuare un nuovo materiale che possa essere più elastico per il cambio della forma e per il raggiungimento ottimale del 4D.

Intanto, il 3D continua ad essere ancora il protagonista delle ultime innovazioni, non ultimo in un interessante progetto sui Monumenti parlanti stampati in 3D. Il progetto Hi-Storia, infatti, ha dato il via ad una nuova edizione nel prossimo mese di dicembre per una esperienza 3D a favore degli ipovedenti dei principali beni culturali. I monumenti creati in modalità 3D con apposite stampanti, saranno muniti di sensori capacitivi attivabili con un tocco delle dita per l’avvio di un contenuto audio e per un primo percorso didattico e culturale da seguire.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RICEVERE AGGIORNAMENTI ISCRIVITI