085 99 43 555 info@one-cloud.it
Nuove tecnologie per le stampe in 3D e 4D degli oggetti stampati

Nuove tecnologie per le stampe in 3D e 4D degli oggetti stampati

Da una delle novità più interessanti del nuovo millennio come la stampa 3D e il recente progetto sui monumenti parlanti, nuove tecnologie si apprestano a fare il loro esordio in merito. Si tratta della nuova tecnologia 4D e di una quarta dimensione come il tempo che interverrà rispetto alla definizione della struttura dei prodotti stampati con tale modalità.

L’idea nasce dai ricercatori del Politecnico Federale di Zurigo che hanno dato il via a prime stampe 4D, che prevedono una iniziale compressione degli oggetti stampati per un più facile trasporto, seguiti da successive sollecitazioni esterne per riprendere la nuova forma in 4D.

La nuova tecnologia 4D potrebbe trovare collocazione in molti importanti settori come l’aerospazio, la medicina o l’edilizia, ma non se ne esclude un futuro utilizzo anche tra i privati con i moderni apparecchi wireless di casa.

Come potrebbe funzionare? Il punto di partenza è comunque una proiezione del modello in formato tridimensionale, sollecitato in seguito dal calore e poi dal cambiamento della forma. Rispetto al materiale da utilizzare, invece, i ricercatori sono al lavoro per cercare qualcosa di alternativo all’attuale polimero utilizzato già con successo per la stampa 3D. L’obiettivo è di individuare un nuovo materiale che possa essere più elastico per il cambio della forma e per il raggiungimento ottimale del 4D.

Intanto, il 3D continua ad essere ancora il protagonista delle ultime innovazioni, non ultimo in un interessante progetto sui Monumenti parlanti stampati in 3D. Il progetto Hi-Storia, infatti, ha dato il via ad una nuova edizione nel prossimo mese di dicembre per una esperienza 3D a favore degli ipovedenti dei principali beni culturali. I monumenti creati in modalità 3D con apposite stampanti, saranno muniti di sensori capacitivi attivabili con un tocco delle dita per l’avvio di un contenuto audio e per un primo percorso didattico e culturale da seguire.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RICEVERE AGGIORNAMENTI ISCRIVITI

Spectacles gli occhiali di nuova generazione per la condivisione social dei video

Spectacles gli occhiali di nuova generazione per la condivisione social dei video

Occhiali di nuova generazione per la connessione wireless e per una maggiore interazione social? Questa l’idea della Snapchat con i nuovi occhiali Spectacles. Avrai già sentito parlare di queste tecnologie e in particolare già in questo blog sono stati esposti i vantaggi della realtà aumentata della Apple. In questo caso, però, parliamo di occhiali diversi che offrono tanti supporti per essere sempre attivi sui principali social network. Ad esempio, permettono di filmare dei piccoli video da condividere in rete tra i 10 e i 30 secondi connettendo gli occhiali mediante wi-fi al proprio dispositivo portatile.

In pratica, si riprende la logica già adottata con successo da Snapchat, ossia di condivisione veloce dei video per una interazione veloce e diretta tra gli utenti. Come? E’ sufficiente premere un pulsante sugli occhiali e avviare la registrazione veloce di base, senza dover pensare ad una specifica inquadratura o del formato, poiché gli Spectacles riprendono ciò che vedono i nostri occhi.

Non solo la Snapchat è anche famosa per avere creato un sistema di chat veloce i cui contenuti restano in memoria solo per poche ore, assicurando sia una maggiore protezione della privacy e sia una memoria più agevole nei propri smartphone, non occupando inutile spazio per memorizzare le conversazioni passate.

Inoltre, i costi di questi apparecchi tecnologici per la connessione wireless sono molto contenuti e disponibili in tanti canali della rete o tramite gli Snapbot, rivenditori automatici disponibili in tutte le principali città Europee.

Disponibili in più colori (neri o corallo ad esempio) sono venduti anche con un cavo per la ricarica e per garantirne una maggiore durata nel tempo. Anche se, c’è da dire che già di base, è presente una buona autonomia della ricarica di circa 24 ore. Facile utilizzo anche per la creazione dei video e la condivisione online con un accesso wi-fi dal proprio smartphone.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RICEVERE AGGIORNAMENTI ISCRIVITI

Ritorno in primavera della AtariBox con i vecchi giochi anni 80 in stile moderno

Ritorno in primavera della AtariBox con i vecchi giochi anni 80 in stile moderno

Atari 2600 una delle storiche console degli anni 80 potrebbe presto ritornare in commercio. Dopo più di 30 anni dall’uscita dei primi giochi di avventura, si pensa al lancio di una nuova console per la prossima primavera e a darne l’annuncio è proprio il suo creatore.

Si tratta di Ataribox con un design che riprenderà la vecchia e storica versione del 1977, ossia in plastica nera e con inserti in legno. Sarà possibile, inoltre, anche richiederne delle varianti in stile più moderno come in plastica rossa e nera, queste le attuali ipotesi del nuovo progetto sulla console storica degli anni 80.

Rispetto alle caratteristiche tecniche vi è un sistema operativo come Linux e una interfaccia molto simile alle attuali televisioni, in modo da offrire una esperienza non solo di gioco. Gli utenti, infatti, potranno accedere anche alle principali applicazioni wireless, navigare sul web e riprodurre contenuti multimediali.

Rispetto ai giochi che potrebbero essere rilanciati non dovrebbero mancare i classici giochi arcade che hanno affascinato intere generazioni prima dell’avvento delle attuali console tecnologiche.

Promotore del nuovo lancio della Atari Box il suo creatore Feargal Mac Conuladh attraverso una campagna di crowdfunding per reperire i fondi necessari alla realizzazione del progetto. Non solo titoli storici ma anche giochi dell’era moderna tra le prossime versioni inserire nell’Atari Box e per il lancio probabile nella prossima primavera.

AtariBox, tuttavia, non è l’unica console in stile retrò a ritornare in commercio. Di recente, una nota compagnia del settore come la Nintendo, ha lanciato la NES Classic, riprendendo le console dei marchi più importanti del passato e adattandole alle tecnologie moderne. Del resto ad oggi esistono tecnologie wireless molto più avanzate che permettono non solo di giocare ma anche di connettersi per la visione di un video o di altri contenuti multimediali e vecchie glorie come Atari Box e Nintendo Classic si apprestano a riprenderle con successo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RICEVERE AGGIORNAMENTI ISCRIVITI

Batterie fino a 12 anni? Ecco il nuovo progetto nato in Ucraina

Batterie fino a 12 anni? Ecco il nuovo progetto nato in Ucraina

Una nuova rivoluzione per i più moderni dispositivi wireless e per la durata delle prestazioni degli stessi. In Ucraina, infatti, è stata realizzata una invenzione unica nel suo genere e tra le più ricercate nel campo degli smartphone. Si tratta, di una batteria con una durata fino a 12 anni e che ad oggi, non è presente in nessuna tecnologia con collegamento wireless.

Del resto, proprio la durata delle batterie è sempre stato uno dei limiti di tali dispositivi, nonostante siano comunque presenti diversi sistemi alternativi per aumentarne la durata. Dai cavi USB per la ricarica della batteria collegando la stessa ad un ulteriore dispositivo alle batterie integrate per ricariche veloci, ma nessuno era ancora giunto ad una carica che superasse i 12 anni.

L’ideatore di questa nuova tecnologia sulle batterie dei dispositivi portatili è Vladislav Kiselev e al momento è al lavoro per creare la versione definitiva e ricercare nuovi finanziatori al progetto. Ad oggi, è impegnato ad un noto concorso internazionale proprio per ricercare tale fondi, raccogliendo l’interesse di molti utenti interessanti a conoscerne gli sviluppi.

La batteria di Kiselev, infatti, non è al litio come quelle comunemente utilizzati nei principali smartphone ma è al tritio, ossia un isotopo radioattivo. E’ da capirne, quindi, eventuali misure di sicurezza rispetto ad un meccanismo che non prevede di immagazzinare l’energia durante un caricamento in energia elettrica e che al contrario, avrebbe una energia del tutto autonoma e durata maggiore. Il tempo stimato è fino a 12 anni e il successo dell’iniziativa con successivo lancio sul mercato, significherebbe molto nel superare uno dei limiti ancora presenti sullo smartphone.

Consigli per la durata maggiore della batteria ad oggi? Esistono diverse app ad oggi che aiutano gli utenti a gestirne in modo efficace la durata, intervenendo rispetto alla sincronizzazione dei programmi che ne prevedono un maggiore consumo. Dai giochi, ai messaggi fino ad applicazioni internet, le suddette app prevedono un maggiore controllo sulla durata della batteria e ne facilitano una maggiore durata nel tempo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RICEVERE AGGIORNAMENTI ISCRIVITI

WhatsApp lancia i nuovi messaggi vocali nei prossimi aggiornamenti

WhatsApp lancia i nuovi messaggi vocali nei prossimi aggiornamenti

WhatsApp, lancia una importante novità sui messaggi vocali e per una registrazione più semplice e veloce. Si tratta, infatti, di una delle funzioni più importanti di uno dei programmi più utilizzati dai giovani e non, che non poteva mancare tra i nuovi aggiornamenti online.

In particolare la nuova funzione per registrare messaggi vocali, potrà essere attivata senza dover tenere premuto per tutta la conversazione il pulsante del microfono per una registrazione vocale più immediata.

Sarà sufficiente, cliccare solo all’inizio della registrazione l’icona del microfono e registrare il proprio messaggio vocale per poi procedere all’invio. Tra le novità della nuova messaggistica audio di WhatsApp, anche il poter decidere se inviare o meno la registrazione, cliccando nel secondo caso sul tasto cancella. Tale nuovo pulsante dovrebbe essere posto affianco all’icona del microfono per un uso più immediato degli utenti.

Pur essendo una nuova versione per la registrazione vocale e già con importanti novità in merito come il non dover tenere premuto il microfono per tutto il tempo, potrebbero esserci ancora alcune limitazioni nella fase di test di WhatsApp. Ad esempio, potrebbe non essere possibile registrare e scaricare in contemporanea un nuovo video o audio o visualizzare un nuovo messaggio in arrivo.

Del resto gli aggiornamenti su WhatsApp sono tra i suoi punti di forza e importantissimi per migliorare uno dei servizi più utilizzati ad oggi. Tuttavia, è anche importante prestare le dovute attenzioni agli aggiornamenti e verificarne sempre l’attendibilità.

Di recente, infatti, moltissimi utenti con dispositivi mobile compatibili con Android sono stati sottoposti ad una truffa informativa che richiedeva loro di lanciare un nuovo aggiornamento sul programma. L’app in questione era molto simile a WhatsApp ma richiedeva un download di una nuova applicazione per l’aggiornamento.

Viceversa, gli aggiornamenti di WhatsApp  possono essere lanciati direttamente dalla sua applicazione senza dover scaricare nuovi programmi. Motivo per cui è importante in vista anche del recente aggiornamento sulle registrazioni vocali di prestare molta attenzione a queste piccole norme di sicurezza.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RICEVERE AGGIORNAMENTI ISCRIVITI